Sesta Edizione Motodays 2014: boom di affluenze e novità

motodays_2014_tutte_le_info_orari_e_prezzi_13124

Roma dal 6 al 9 marzo si è trasformata nella capitale delle due ruote. Nei locali della Fiera, infatti, è andata in scena la sesta edizione della kermesse Motodays 2014, che ha offerto a tutti gli appassionati molti motivi per lustrarsi gli occhi. Tra le ultime novità del mercato e le nuove versioni tirate a lucido dei modelli più classici, praticamente tutte le più importanti case costruttrici del mondo non sono volute mancare all’appuntamento, arricchendo la quattro giorni romana come mai prima. Alla fine, i visitatori sono stati circa 143.800, numeri di tutto rispetto e in linea con le presenze dello scorso anno quando, però, ad attirare il pubblico c’erano, insieme a quelli del Motodays, anche gli stand del salone BiciLive dedicato alle biciclette. Le belle giornate di primavera che hanno baciato Roma all’inizio di marzo hanno sicuramente agevolato la partecipazione, così come la presenza delle bellissime ragazze che, in queste occasioni, non mancano mai in ogni stand.

Continua a leggere

Sulla morte di Giorgio Romboni

20131130_rombos

Questo sarà un articolo un po’ particolare poiché non ho intenzione di scrivere di Doriano Romboni ma ho intenzione di “usare” la sua morte per divulgare un messaggio. Io non comincerò a scrivere di lui come se fosse un fratello, un amico, o cose simili.Voglio comunque mandare un messaggio.

Doriano Romboni, descritto in modo molto piacevole in questo articolo, era un pilota professionista. Una persona che saliva su moto che sapeva dominare ma anche portare a livelli talmente alti da essere “tra i migliori”. Oggi Doriano Romboni è morto e lascia moglie e figli. Questo per dire a tutti voi che guidate le moto di fare attenzione perché le disattenzioni, gli incidenti, capitano e ci restano secchi anche i migliori. Siate prudenti e ricordate sempre che non siete da soli in strada e che la strada non è una pista. La moto richiede due cose importanti:

1) Disciplina.

2) Tecnica.

Si può guidare una moto senza tecnica ma non si può guidare una moto senza disciplina.

Questo articolo è rivolto anche a tutti quei guidatori che trascurano la manutenzione delle auto e vanno in giro con fari rotti, frecce mai inserite e cellulari stampati all’orecchio. Anche voi non siete soli in strada, abbiate un po’ di decenza, educazione e se ci scappa anche altruismo. Le vite sono importanti.