Installare una videocamera su una moto

Bisogna fare una premessa. Per molto tempo ho cercato su internet una guida ben fatta circa l’installazione di una videocamera sulla mia bestiolina (Kawasaki Z 750). Non ho trovato una modalità chiara ma tanti consigli e guide un po’ raffazzonate. Oggi ho deciso, trovandomi nella necessità di ricreare il punto di ripresa, di documentare la mia esperienza nella speranza che torni utile a qualcuno. Di seguito troverete tutto documentato e fotografato.

Obiettivo
Installare una telecamera frontale, con una posizione regolabile a seconda delle scelte del pilota spendendo al massimo 40 euro.
Tempo di esecuzione: 10-15 minuti.
Difficoltà: semplicissima.

I componenti sono stati acquistati presso il negozio virtuale:







Cosa vi serve

La moto, come già detto, è una Kawasaki Z 750. La telecamera verrà posizionata sul manubrio, a lato destro della “targhetta” metallica (la vedete nell’immagine).

A fianco a questa staffa, dove punta la freccia, andremo ad attaccare il supporto della RAM di vi darò maggiori spiegazioni più avanti.





La telecamera, nel mio caso una Contour HD, deve essere dotata di un adattatore di aggancio standard per cavalletti. Nel mio caso tale accessorio viene venduto separatamente.

Come potete notare nell’immagine, il suo scopo è agganciarsi alla telecamera e fornire un punto di attacco a qualsiasi cavalletto standard. È possibile che la vostra telecamera sia dotata di supporto di attacco già sul corpo macchina ma questo dovrete necessariamente controllarlo voi a seconda del modello in vostro possesso. Il supporto da attaccare all’adattatore dovrà essere regolabile in almeno quattro direzioni: destra, sinistra, in alto, in basso. Per questo motivo consiglio di creare un supporto articolato della RAM. Il cavalletto è composto da 3 componenti. La base di aggancio al manubrio, il sostegno (che esiste in varie dimensioni, noi opteremo per l’asta media, e la sfera di avvitamento all’adattatore della telecamera). Vediamo questa componentistica nel dettaglio.
Sfera di avvitamento (RAM-B-237U) L’attacco è compatibile con l’ingresso treppiedi ed è quindi adatto a tutte le videocamere, telecamere e fotocamere che hanno questo ingresso. La punta si presenta in acciaio ed il corpo (la sfera) è verniciato con vernici speciali marine, quindi duraturo ed indelebile.Compatibile con attacco treppiede per fotocamera, videocamera e telecamera.


Asta media di sostegno (RAM-B-201U) compatibile con tutti i supporti RAM-MOUNT con sfera di tipo “B” con diametro da 2,5 cm. Personalmente vi invito a considerare anche l’utilizzo di un’asta piccola (RAM-B-201-A): L’asta misura cm. 6 ed è particolarmente utile per moto da corsa o per moto con vetro lunotto basso. In caso si desiderasse una misura maggiore si potrebbe prendere in considerazione un’asta alta (RAM-B-201-C) che, però, potrebbe essere d’impiccio nelle manovre. ATTENZIONE: le moto da corsa hanno un tubolare praticamente piatto. L’asta bassa consente al pilota di essere accucciato sul serbatoio e all’obiettivo di catturare le immagini della strada e del tachimetro. L’asta media è più adatta alle naked che hanno il tubolare del manubrio più profondo.
Base di aggancio al manubrio (RAM-B-231Z) può essere avvitato su un manubrio tubolare, un tubo di protezione per cadute o un tubo generico con diametro da 1 cm fino a 3cm.
Il tubolare della Z rientra nei 3 cm di diametro e pertanto ci aspettiamo di avere un’aderenza perfetta al manubrio. Tuttavia questo prodotto richiede un trattamento speciale perché, se lo inserissimo così com’è sulla moto, probabilmente righerebbe la vernice e pertanto munitevi di forbici e nastro isolante (nero se avete il tubolare del manubrio nero).
Come procedere
Per prima cosa dovete procedere alla protezione della vernice della vostra moto. Prendete quindi l’aggancio al manubrio e coprite la parte metallica con il nastro isolante nero. Non mettetene troppo per non creare spessore eccessivo. È sufficiente che la gomma isolante protegga il manubrio garantendo, inoltre, una tenuta maggiore alle trazioni.
Dopo aver preparato la base, installatela sul manubrio nella posizione prescelta, avvitate i bulloni e ricordate di mettere i cappuccetti in gomma, avvitando anch’essi. Proteggeranno la filettatura da pioggia e intemperie varie. Tenete presente che l’aggancio è dotato di due “anelli” di aggancio. Uno grande e uno piccolo. Il piccolo è sufficiente per i normali manubri. Il grande è eccessivamente profondo per essere montato agevolmente.

Procedete con la composizione del resto del supporto installando l’asta media e la sfera di avvitamento. Stringete l’asta e infine agganciate la telecamera. Voilà, il gioco è fatto, ora non vi resta altro che regolare la direzione dell’obiettivo e trovare l’angolazione migliore.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...